VUOI LA SERRANDA ABBASSATA?

Non crearti un danno da solo… PREVIENI!

I morti sul lavoro nel 2021 oltre quota mille. Ecco i volti della strage -  la Repubblica

Ciao oggi parliamo di sospensione dell’attività imprenditoriale, analizzando per per quali gravi violazioni della sicurezza sul lavoro essa può avvenire.

Premetto, prima di entrare nel merito dell’articolo che non è concepibile nel 2022 parlare ancora di cultura della sicurezza e di prevenzione come di due fattori ancora da assimilare, essi dovrebbero essere da tempo nozioni acquisite, ma ahimè vi è ancora tanto, troppo da fare!

Detto ciò veniamo al tema dell’articolo!

L’Ispettorato nazionale del lavoro con la circolare n. 4 del 9 dicembre 2021 ha fornito i chiarimenti sulle novità del decreto fisco-lavoro in merito alle gravi violazioni in materia di sicurezza sul lavoro le quali rendano legittima l’adozione del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale.

Fermati un attimo. Ti è piaciuto quello che hai letto fino ad ora? Allora diventa un lettore VIP iscriviti e ricevi in anteprima GRATIS tutti gli articoli e rimani aggiornato sulle novità e normative in ambito Sicurezza & Antincendio nei luoghi di lavoro.

I PRESUPPOSTI

Il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale secondo il nuovo testo dell’art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008 deve essere adottato in tutti i casi in cui sia accertata all’interno dell’unità produttiva ispezionata anche una sola delle seguenti circostanze:

  • impiego di personale irregolare in misura pari o superiore al 10% del totale dei lavoratori regolarmente occupati;
  • gravi violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro individuate.

In merito al secondo aspetto menzionato qui sopra l’Agenzia, ha puntualizzato per ciascuna delle tredici fattispecie elencate nell’Allegato 1 del TUSL quali siano siano le condizioni per dare il via all’adozione del provvedimento cautelare.

QUANDO AVVIENE LA PRESCRIZIONE OBBLIGATORIA

Nella circolare si ribadisce come, per tutte le suddette violazioni alla disciplina prevenzionistica, il personale atto all’ispezione sarà tenuto ad adottare i provvedimenti di prescrizione obbligatoria previsti dagli articoli 20 e ss. del D.Lgs. n. 758/1994, ciò ad esclusione dei casi in cui gli illeciti in ragione della pena prevista, non siano assoggettabili a tale procedura.

I LAVORATORI IRREGOLARI

I 3,7 milioni di lavoratori in nero senza tutela

Nei confronti dei lavoratori irregolarmente occupati nella misura di almeno il 10%, la sospensione potrà essere adottata solo se essi dovessero risultare adibiti ad attività per le quali sia prevista sia l’obbligo di formazione che quello di addestramento.

In caso ciò non si manifesti, la revoca del provvedimento di sospensione per occupazione di lavoratori in nero conseguirà alla verifica della prenotazione del corso di formazione e se prevista della visita medica.

CONCLUSIONI

Cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro. Ecco cosa dobbiamo digerire e assimilare in questo 2022!

COSA ASPETTI ANCORA, SISTEMIAMO LA TUA AZIENDA… CONTATTAMI!

SE L’ARTICOLO TI E’ SERVITO COMMENTA O LASCIA UN LIKE.

OPPURE ISCRIVITI AL BLOG E RICEVI GLI ARTICOLI IN ANTEPRIMA.

Marco Mengoli
3476421585
sicurezzantincendio@marcomengoli.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...