PRONTO SI TU NUN ATTACCA

Il ministro della PA Brunetta ha promesso che prima di ogni controllo in Azienda il Datore di Lavoro sarà avvisato!

Il brutto, ma anche il bello di una visita Asl è proprio l’inaspettatezza della stessa.

Spesso nella mia vita mi sono chiesto a cosa servano i velox fissi o provvisori se segnalati… è ovvio che tutti rallenteranno prima non per un rispetto insito del limite, ma per la presenza dei suddetti.

Perciò sentire ora parlare, in un momento poi in cui le Morti Bianche si susseguono di un avviso telefonico a monte prima del sopralluogo Asl mi si rizzano i capelli.

Tanto è vero che il segretario generale di Fillea Cgil Alessandro Genovesi ha così commentato la notizia:

“Capita che segnaliamo irregolarità e il controllo arrivi dopo che la voce è arrivata all’azienda. Casualmente, non si trova neanche un lavoratore in nero, tutti hanno i dispositivi di sicurezza e i ponteggi sono a posto”.

L’effetto sorpresa è la regola imprescindibile di ogni controllo, ancora di più per le verifiche su regolarità del lavoro e sicurezza degli addetti.

Fermati un attimo. Ti è piaciuto quello che hai letto fino ad ora? Allora diventa un lettore VIP iscriviti e ricevi in anteprima GRATIS tutti gli articoli e rimani aggiornato sulle novità e normative in ambito Sicurezza & Antincendio nei luoghi di lavoro.

DATI

Si pensi infatti che anche l’anno scorso mediate le visite improvvise si è scoperto che sette 7 su 10 avevano:

  • addetti in nero o sfruttati;
  • effettuavano violazione delle norme sugli orari;
  • non erano in regola su prevenzione degli infortuni;
  • non erano in regola con la fornitura di dispositivi di protezione.

BRUNETTA PENSIERO

Nonostante quanto scritto sopra il Ministro Brunetta, come anticipato ha affermato:

“prima di ogni controllo ci sarà una telefonata finalizzata a programmarlo, a specificarne la natura, a individuarne i contenuti, i documenti necessari, giorni in cui arriverà, le risorse di cui si avrà bisogno”

CONCLUSIONI…

Per esserne sicuri, conviene attendere i decreti.

Certo se così fosse veramente andrebbe a cadere l’effetto sorpresa, l’effetto colti con le mani nella marmellata.

Inoltre ancora una volta si avrebbe come il sentore che siano più tutelati quelli che NON rispettano le regole o al massimo lo fanno nei minuti di recupero, rispetto a quelli che coltivano quotidianamente il seme della Sicurezza nei luoghi di lavoro.

COSA ASPETTI ANCORA, SISTEMIAMO LA TUA AZIENDA… CONTATTAMI!

SE L’ARTICOLO TI E’ SERVITO COMMENTA O LASCIA UN LIKE.

OPPURE ISCRIVITI AL BLOG E RICEVI GLI ARTICOLI IN ANTEPRIMA.

Marco Mengoli
3476421585
sicurezzantincendio@marcomengoli.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...